Sport

Il miglior Ciclocomputer – Guida all’acquisto

ciclocomputer

Ciclocomputer – Guida all’acquisto, opinioni e analisi nel 2020

Quando esci per una passeggiata o ti alleni con la bici, è normale che tu voglia avere sotto controllo il tuo sforzo e le tue prestazioni. E sebbene le app mobili abbiano fatto molta strada, oggi è ancora necessario un buon ciclocomputer per conoscere in prima persona i dati di base. Un team di qualità ti accompagnerà sempre ovunque il cellulare fallisca, fornendoti dati istantanei sulle tue prestazioni. Inoltre, la loro evoluzione li rende prodotti che hanno anche il GPS, migliorando le misurazioni. È quello che succede con il modello Garmin Edge 520 Plus, uno dei migliori di questo produttore e con il quale non solo vedi i dati del tuo percorso ma lo segui anche con la sua funzione GPS integrata. Una funzione presente anche nel ciclocomputer iGPSport IGS20E, in grado di registrare i dati di altitudine, gestire i parametri del percorso e offrirti, tra le altre caratteristiche di interesse, anche la compatibilità con la tecnologia Strava.

Qual è il miglior GPS per ciclismo sul mercato?

Un ciclocomputer è un dispositivo molto importante per tutti coloro che vogliono tenere traccia dei propri percorsi, scoprire nuovi percorsi, misurare le distanze e la velocità con cui percorrono i percorsi che abitualmente frequentano quando sono in bicicletta. Ecco perché abbiamo preparato la seguente guida per acquistare il miglior ciclocomputer; la nostra intenzione è che tu possa registrare i progressi ei percorsi che fai quando decidi di allenarti con la tua bici.

Tipi

Quando si effettua un confronto tra ciclocomputer, la prima cosa da fare è definire il tipo di GPS che si desidera, poiché nel mercato è possibile trovare modelli abbastanza completi che hanno schermi di grandi dimensioni e che forniscono mappe con informazioni dettagliate sulle strade disponibili e tour che hai fatto in precedenza.

Inoltre, ci sono altri modelli che ti informano sulla velocità, la distanza percorsa e persino la nostra frequenza cardiaca, questi sono solitamente più piccoli e hanno uno schermo più compatto, quindi le informazioni sul percorso sono un po ‘più limitate.

In entrambi i casi, definire quale di questi si vuole utilizzare è fondamentale, perché da essa dipenderanno le dimensioni del ciclocomputer e anche la sua connettività, sia con i satelliti che con altri dispositivi come gli smartphone.

Connettività

Quando si fa riferimento alla connettività, ci si basa sulla capacità del ciclocomputer di comunicare o interagire con altri dispositivi, qualcosa di fondamentale in un dispositivo che deve essere in linea con i satelliti, che indicano continuamente il percorso che dobbiamo percorrere in tempo reale o quello lasciano il registro del percorso che abbiamo fatto in precedenza.

Dobbiamo anche considerare che alcune marche di ciclocomputer hanno i propri servizi di localizzazione, che insieme ai satelliti, possono generare maggiore portata e dettaglio nelle informazioni che inviano al dispositivo.

È importante sapere se il nostro ciclocomputer dispone dei servizi di questi produttori, poiché tendono a prestare particolare attenzione alle esigenze di diversi tipi di clienti e si concentrano sulla creazione di percorsi più dettagliati per questo tipo di utenti, in questo caso per i ciclisti. .

D’altra parte, la connettività si riferisce anche alla possibilità di utilizzare il nostro ciclocomputer insieme ad altri sensori o dispositivi come cardiofrequenzimetri, smartphone, potenziometri o radar. Allo stato attuale, puoi persino contare sulla condivisione dei social network attraverso le funzioni dei nostri smartphone, qualcosa che ci permette di condividere informazioni sui percorsi effettuati o sui nuovi percorsi che abbiamo scoperto nelle nostre avventure.

Memoria

Un fattore che determina in gran parte l’utilità e il fatto di quanto costa un ciclocomputer è la capacità della sua memoria o la possibilità di ampliarla. È opportuno ricordare che questo dispositivo gestirà una grande mole di dati e, sebbene molti di essi vengano ricevuti e trasmessi in tempo reale, molti altri, come le mappe, devono essere preventivamente scaricati, in modo che siano disponibili quando si esce per un giro in bicicletta.

Oltre a questo, il ciclocomputer deve essere in grado di memorizzare sufficienti informazioni aggiuntive che possiamo avere in seguito per confrontare i nostri progressi di ciclisti o semplicemente la differenza di ritmi che possiamo segnare su percorsi di caratteristiche diverse.

Pertanto, è essenziale che abbiamo abbastanza memoria interna nella nostra attrezzatura o che, in mancanza, possiamo avere la possibilità di inserire schede di memoria esterne che facilitano questo lavoro.

Resistenza

Nel caso di ciclocomputer o GPS, dobbiamo scegliere quelli che possono resistere a forti piogge o giornate soleggiate e alle mutevoli condizioni che possono essere affrontate nelle aree rurali che a volte un ciclista può viaggiare.

È fondamentale che sia i materiali che la costruzione del ciclocomputer siano di qualità, per garantirne l’integrità e che non ci manchi quando ne abbiamo più bisogno. Allo stesso modo, dovrebbe essere impermeabile o offrire accessori che lo proteggano, in modo che tu possa percorrere i percorsi che desideri senza preoccuparti di danneggiare l’attrezzatura.

D’altra parte, se non hai molto budget, dovresti usare il tuo ciclocomputer con molta attenzione, cioè se vuoi un modello economico, l’ideale è che i percorsi che fai con esso non siano molto impegnativi, ad esempio, in zone o condizioni sconosciute ambienti difficili. Questo perché la maggior parte dei ciclocomputer economici è meno resistente a queste situazioni estreme.

Ora, se uno dei nostri piani è percorrere strade nuove, complicate e con alti livelli di richiesta, la cosa migliore è optare per ciclocomputer durevoli e resistenti, che siano davvero in grado di sopportare questo tipo di utilizzo. Generalmente quelli che hanno queste caratteristiche sono più costosi, tuttavia, con tanta varietà che c’è sul mercato, potresti ottenere un ciclocomputer economico e resistente.

Qual è il miglior ciclocomputer?

Il miglior ciclocomputer è quello che permette al ciclista di seguire l’evoluzione dei propri percorsi in bicicletta, potendo misurare le proprie prestazioni durante gli stessi, sia che lo faccia per hobby che per professione. Ecco un elenco dei migliori computer da bicicletta del 2020:

Garmin Edge 520 Plus

È uno dei modelli più completi sul mercato, con localizzazione GPS in tempo reale, gestione mappe e tutto il necessario per controllare il proprio percorso sia su strada che sui sentieri. Tra i suoi pochi difetti, il prodotto non è accompagnato dalla fascia corrispondente per misurare la frequenza cardiaca, che dovrai acquistare separatamente se ne avrai bisogno.

Una delle soluzioni più versatili quando si tratta di controllare sia i propri percorsi che le proprie prestazioni quando si sale in bici.

Garmin 520 Edge Plus Ciclocomputer...
  • Display a colori da 2,3" e ricezione dei satelliti GPS/GLONASS/GALILEO
  • Impermeabile IPX7 e autonomia fino a 15 ore
  • Garmin Cycle Map precaricata

La prima cosa che ci colpisce di questo prodotto è il design del corpo principale. Tant’è che è uno dei punti di forza della squadra. Il dispositivo ha uno schermo molto chiaro che rende ancora più facile vedere tutto chiaramente, poiché è a colori.

Questo schermo funge anche da tastiera, grazie alle sue proprietà tattili. Quindi, con lo schermo e le funzioni che lo circondano, è più facile mantenere il corretto controllo di tutte le sue funzioni, mentre tu vedi tutto chiaramente. A proposito, questa schermata è anche variabile rispetto alle informazioni che offre, quindi puoi accedere alla mappa, ai dati del percorso o alle informazioni sull’altezza, tra le altre.

Rispetto ai modelli che ti dicono a malapena la distanza percorsa e poco altro, questo ciclocomputer è uno dei più completi quando si tratta di darti tutti i dati di cui hai bisogno. Per questo, include miglioramenti come il sistema triplo satellite, compatibile con il sistema GPS, Glonass e Galileo. Ideale per non perderti mai durante il tuo percorso.

Incorpora anche sensori ABC per misurare altezza, pressione e direzione, in modo da poter contare su mappe altimetriche complete durante le riprese. E come bonus, hai anche un sensore per misurare i famosi watt, in modo che il dispositivo possa facilmente stimare la potenza che sviluppi in ciascuna delle pedalate che dai.

Abbiamo già descritto il prodotto e tutto ciò che può offrirti durante le riprese. Ma ci sono aspetti ancora più interessanti delle sue caratteristiche. Uno di questi è la sua batteria, con la quale è possibile utilizzare il prodotto fino a 15 ore senza ricarica. Perfetto quindi, quindi non devi preoccuparti troppo di cercare un collegamento tra percorso e percorso. Dispone inoltre di una protezione adeguata contro l’umidità, tipo IPX7. Perfetto in modo che la pioggia o il relente non siano un problema o influenzino la durata del dispositivo.

Infine, il dispositivo ti offre una memoria interna di 16 GB, dove puoi salvare tutti i percorsi e la cartografia di cui hai bisogno per i tuoi viaggi.

Garmin 520 Edge Plus Ciclocomputer...
  • Display a colori da 2,3" e ricezione dei satelliti GPS/GLONASS/GALILEO
  • Impermeabile IPX7 e autonomia fino a 15 ore
  • Garmin Cycle Map precaricata

iGPSport IGS20E

L’iGPSport IGS20E offre un interessante mix di semplicità e tecnologia. A prima vista, il prodotto ci fornisce i dati più comuni per un ciclocomputer, aggiungendo altri dati avanzati come l’altezza. Tuttavia, all’interno troviamo la connettività GPS, con la quale misurare con precisione la nostra posizione, velocità e altezza.

È anche compatibile con il sistema a segmenti Strava, così puoi controllare meglio i tuoi percorsi e allenamenti. Il prodotto ha inoltre una piacevole semplicità di utilizzo, tramite la tastiera inclusa, oltre ad una ricarica della batteria USB che supporta fino a 25 ore di utilizzo. Tutto rialzato in modo da non preoccuparti di nulla durante le riprese.

Non dovrai nemmeno preoccuparti dell’installazione, poiché il computer include il supporto, il sensore wireless e tutto il necessario per averlo pronto in pochi minuti. Goditi un design classico ma ricco di tecnologia con tutto ciò che include questo ciclocomputer completo.

Ciclocomputer GPS iGPSPORT iGS20E Senza...
  • ✔ GPS ad alta sensibilità: acquisire rapidamente i satelliti per un posizionamento preciso, tenere traccia di quanto...
  • ✔ Facile da usare e da leggere: Design leggero, nessun setup richiesto, 12 display dati su 3 pagine, funzionamento semplice...
  • ✔ BATTERIA DURABILE: Fino a 25 ore, risparmia la funzione di potenza

CatEye Velo CC-VT235W

Il ciclocomputer CatEye Velo CC-VT235W è l’alternativa economica e più tradizionale quando si tratta di misurare i nostri percorsi in bicicletta. Questo prodotto lascia da parte la tecnologia GPS e tutte le altre funzioni complesse per offrirci un semplice schermo grande e numeri enormi per vedere la nostra velocità, distanza, velocità media e tempo di viaggio al momento.

Caratteristiche che includono il solito sistema di avvio e arresto automatico. Ha solo un pulsante, che viene utilizzato per ruotare i dati, quindi l’uso non è un problema. Nemmeno l’installazione, per la quale hai il supporto e un sensore wireless, è così facile da posizionare che difficilmente avrai bisogno di un paio di minuti per far funzionare il computer.

E non devi nemmeno preoccuparti delle batterie, poiché utilizza una pila a bottone convenzionale con una lunga durata. Se preferisci un ciclocomputer dal taglio classico, dai un’occhiata a questo prodotto.

Offerta
CatEye, Velo Wireless-CC-VT230W,...
  • Wi-Fi, veloce programmazione formato della rotella, manico di montaggio universale, sensore di velocità
  • Dormire funzione, funzione di risparmio batteria, poświetlenie visualizzazione programmabile, start/stop automatico
  • Supporto contatore collegato corde di nylon trazione compatibile con manico flextight

Garmin Edge 200

Con questo dispositivo, puoi registrare il tempo, la distanza, la velocità e la posizione GPS dei tuoi percorsi in bicicletta. Questo ti permetterà di confrontarlo con quello di altre persone o con altri tuoi dati precedenti. Questo è il motivo per cui diventa un forte candidato per essere il miglior Gps per bici.

È così facile da usare che puoi concentrarti sul tuo sport preferito senza dover tenere d’occhio il dispositivo. Il ciclocomputer dispone di un GPS ad alta sensibilità integrato in modo da poter calcolare facilmente la propria posizione. Senza dubbio, un’opzione per chi cerca di scegliere tra i migliori navigatori GPS economici per bicicletta.

Puoi impostare avvisi per distanza, tempo o calorie e quindi sapere se raggiungi i tuoi obiettivi. Puoi anche connetterti ad una rete di ciclisti con cui condividere dati, mappe, ecc. Per sfruttare anche l’esperienza altrui.

Ora, se per te è importante avere il miglior ciclocomputer, ti invitiamo a rivedere i pro ei contro del Garmin EDGE 200 e decidere se è quello più adatto alle tue esigenze, di seguito:

Garmin Edge 200
  • Bike computer GPS piccolo, leggero e ad alta sensibilità
  • Traccia i tuoi tempi, la distanza, la velocità, la posizione e le calorie bruciate
  • Imposta avvisi per la distanza, il tempo o le calorie per aiutare con i tuoi obiettivi

Polar Cs500 +

Questo ciclocomputer ha anche un cardiofrequenzimetro ed è ideale per ogni ciclista che vuole controllare e migliorare le proprie prestazioni. Non dispone di GPS, ma puoi inviare queste informazioni al tuo computer tramite la tecnologia prevista a tale scopo.

Puoi persino configurare fino a tre biciclette per misurazioni di distanza e velocità. Ti dirà anche quante calorie hai bruciato e come l’allenamento ha influenzato il tuo corpo.

Questo ti permetterà di sapere su quale tipo di terreno dovresti lavorare con maggiore intensità. È inoltre possibile rivedere i dati relativi all’altitudine della zona di allenamento.

Per quanto riguarda il cardiofrequenzimetro, questo candidato a essere il miglior ciclocomputer ti consente di impostare un limite e ti avviserà quando avrai superato sia il limite configurato che la frequenza cardiaca prevista per la tua età.

Polar CS500+ Cardiofrequenzimetro,...
  • La funzione Training Load su polarpersonaltrainer.com ti permette di valutare il carico di lavoro accumulato e indica se hai...
  • Monitora la frequenza cardiaca, perfetto per allenamenti endurance;IPX7, resistente a schizzi e gocce d'acqua
  • Memoria estesa per registrare i dati relativi alla potenza durante l’uso del sistema Polar LOOK Kéo Power compatibile

Come usare un ciclocomputer

I ciclocomputer sono piccoli computer collegati alla bicicletta per misurare la rotazione degli pneumatici. L’attrezzatura prende le informazioni dai sensori posizionati sul pneumatico della bicicletta e calcola la velocità. Questi computer forniscono spesso altre informazioni come distanza, tempo, frequenza cardiaca o altitudine.

L’installazione di un ciclocomputer è semplice, tuttavia è necessario programmare correttamente il computer per ottenere una velocità esatta dai sensori. Se non sei sicuro della tua capacità di installare un computer da bicicletta, porta la tua bicicletta e il tuo computer da bicicletta in un negozio di biciclette per installarli lì.

Lega il computer per bici alla bici

Attaccare il sensore alla forcella davanti ai freni sul supporto della ruota anteriore. Puoi collegare un sensore di questo tipo in qualsiasi punto lungo la forcella, quindi scegli una posizione facilmente accessibile. Se il ciclocomputer non include accessori specifici, fissare il sensore nella posizione scelta con una fascetta, nota anche come fascetta, fascetta o cinghia.

Posizione del cavo

Dal sensore fai passare il cavo attraverso la parte posteriore e all’esterno dell’ammortizzatore. Questa posizione proteggerà il cavo da rami o cespugli attraverso cui potrebbe passare durante la pedalata, mantenendo il cavo lontano dalla ruota in movimento.

Posizione del supporto

Attacca il supporto per computer al manubrio in una posizione facilmente visibile. Il display del ciclocomputer andrà in questo supporto, quindi dovrebbe essere in una posizione facilmente visibile. Ogni supporto per computer include hardware leggermente diverso, quindi assicurati il supporto in base al design del tuo computer.

Fissare il cavo con fascette

Fissare il cavo che collega il sensore e il supporto del computer da bicicletta al telaio della bicicletta con delle funi. Aggiungi una fascetta per cavi ovunque il cavo sembra oscillare fuori dal telaio. Lasciare abbastanza gioco nel cavo in modo che la ruota anteriore e il manubrio possano ruotare liberamente.

Posizione del magnete

Incolla il magnete che il computer ti ha portato ai raggi del tuo pneumatico anteriore in un punto in cui passerà attraverso il sensore ogni volta che il pneumatico ruota. Il sensore sa che il tuo pneumatico ha compiuto un giro completo ogni volta che rileva il magnete, quindi è fondamentale che il magnete passi entro circa 1/4 di pollice dal sensore.

Valore del diametro del pneumatico anteriore

Immettere il valore del diametro della gomma anteriore della bicicletta nel ciclocomputer. Queste informazioni sono generalmente stampate sullo pneumatico stesso o appariranno nel manuale utente della bicicletta. Il tuo computer deve conoscere il diametro del pneumatico per calcolare con precisione la tua velocità.

Verifica se il sensore funziona

Ruota il pneumatico per assicurarti che il sensore sul computer da bicicletta rilevi il magnete mentre passa. Il display del ciclocomputer mostrerà un valore di velocità diverso da zero se il sensore funziona correttamente.

I marchi più apprezzati

Sebbene le app mobili abbiano fatto molta strada, i ciclocomputer sono ancora necessari se quello che vuoi è ottenere dati accurati sulla tua pratica sportiva. Tuttavia, questi prodotti sono anche avanzati, comprese le funzioni GPS che ottimizzano le loro prestazioni. Affinché tu sappia quali sono i marchi che valgono, ti presentiamo tre tra i più conosciuti del momento, sia per qualità che per varietà di prodotti e utilizzi.

Sebbene Garmin sia un marchio noto per la sua presenza nel mercato dei navigatori e dei dispositivi GPS, non sorprende che il marchio abbia deciso di applicare le sue conoscenze al mercato dei ciclocomputer. In effetti, parte dell’esperienza dell’azienda ha molto a che fare con la geolocalizzazione per eserciti, flotte di trasporto, autisti e praticamente ogni tipo di utilizzo, quindi questa evoluzione è praticamente naturale. La società è nata originariamente nel 1989 come ProNav, che in seguito si sarebbe evoluta in Garmin.

I suoi manager provenivano principalmente dagli appaltatori militari degli Stati Uniti, quindi l’azienda è sempre stata legata anche a questo segmento di mercato, mantenendo quel legame fino ad oggi.

Tra la sua offerta troviamo prodotti per l’aviazione, la pesca, la gestione della flotta e anche il mobile, che fanno già parte della storia. Troviamo inoltre un’ampia gamma di personal trainer e prodotti per il ciclismo, che includono sia la tecnologia GPS di ogni prodotto del marchio, sia uno standard qualitativo che permette di ottenere risultati sempre precisi e di facile consultazione, in modo che qualsiasi utente possa utilizzare i tuoi computer da bici senza sforzo.

Il marchio Sigma appartiene al gruppo Sigma Sport. Questa azienda è stata, sin dalla sua fondazione nel 1982, legata al mondo del ciclismo. Infatti, i primi ciclocomputer attuali provengono dalle loro fabbriche, con il modello Cyclecoach come bandiera. Questo prodotto si evolverà per includere più funzioni come il cardiofrequenzimetro o il misuratore di cadenza.

Grazie all’evoluzione dell’elettronica di consumo, il marchio si espande con nuove gamme di prodotti come l’illuminazione per ciclisti, con prodotti stradali lanciati nel 1997 o prodotti di montagna più potenti lanciati nel 2000. Le nuove tecnologie continuano a influenzare i design del marchio che presenta il suo primo modello wireless nel 2005 e il suo primo modello con GPS nel 2013.

Attualmente, il marchio offre una vasta gamma di ciclocomputer per qualsiasi profilo utente, che consentono di misurare velocità, battiti cardiaci, cadenze e persino di accedere a mappe live nella versione con GPS. Un compagno perfetto per quando la strada richiede il meglio.

La storia di Polar è sempre stata legata allo sport, a cominciare dallo sci. Per questi atleti, il primo cardiofrequenzimetro cordless sul mercato è stato creato nel 1979, cambiando per sempre il modo in cui gli atleti si allenano.

Questa azienda finlandese è stata a lungo legata ai cardiofrequenzimetri, aggiungendo i ciclocomputer al suo catalogo di prodotti all’inizio degli anni 90. Questi prodotti includono dati sia della corsa che della frequenza cardiaca dell’utente per ottimizzare l’allenamento e le prestazioni.

Per questo l’azienda ha lanciato nel 1991 il primo software che consente di analizzare i dati di performance per migliorare quegli aspetti della formazione che lo richiedono. Nel tempo, i sistemi Polar, sia per la misurazione che per l’allenamento, migliorano e incorporano nuove funzioni, incluso il sistema Rocket Switch che consente di azionare il ciclocomputer con un solo dito per evitare problemi durante la guida.

I dati possono ora essere scaricati direttamente sul PC e anche l’evoluzione dell’allenamento, le sue prestazioni e il modello di recupero consigliato possono essere ottenuti al volo. Pertanto, i prodotti Polar non solo misurano le tue prestazioni, ma diventano anche il tuo personal trainer per migliorare le tue prestazioni.

Garmin ha nel suo catalogo prodotti ciclocomputer specializzati, realizzati per il ciclismo su strada e altre attività. Nonostante entrambe siano aziende famose, Garmin è il marchio più utilizzato al Tour de France.

Leave a Comment